Franz Borghese (1941-2005) è stato un poliedrico artista italiano, nato a Roma il 21 gennaio 1941, attivo come pittore, scultore e scrittore. Sin da giovane, durante gli anni del liceo artistico di via Ripetta, Borghese ha coltivato la sua passione per la pittura, influenzato da insegnanti di prestigio come Domenico Purificato, Giuseppe Capogrossi, Umberto Maganzini e Giulio Turcato.
Negli anni '60, ha aperto uno studio a via Margutta, spostandolo successivamente a via Pompeo Magno nel quartiere Prati, dove è rimasto per un decennio. Nel 1964, Borghese ha fondato il gruppo artistico "Il ferro di cavallo" e la relativa rivista, coinvolgendo intellettuali e artisti dell'epoca. Nel 1967, ha co-diretto il film-pittura sperimentale "La grande mela" con tematiche neoespressioniste, proiettato all'XI Festival dei due Mondi di Spoleto.
Negli anni successivi, Borghese ha affinato il suo stile, introducendo elementi di satira e sarcasmo. 
Nel 1970, ha presentato una serie di dipinti intitolata "Processo alla borghesia" alla Galleria Il Calibro di Roma. 
La sua produzione artistica è stata influenzata da artisti come George Grosz, Otto Dix, James Ensor e altri.
La sua carriera è stata caratterizzata da numerose esposizioni in Italia e all'estero. 
Nel 1974, alla Galleria Palmieri di Milano, ha esposto la sua prima "Nave dei folli". Nel corso degli anni, ha continuato a esplorare tematiche satiriche, militari e sociali, come evidenziato nel libro "W la Guerra" del 1976.
Borghese ha ottenuto riconoscimenti significativi, tra cui una mostra pubblica al Museo Nazionale di Castel Sant'Angelo nel 1986. Ha continuato la sua produzione artistica negli anni '90 e ha scritto e illustrato opere come "Il Manuale di Fisiognomica" nel 1993.
Nel 2005, Borghese è improvvisamente scomparso nel suo studio di via della Seggiola. 
Dopo la sua morte, sono state organizzate numerose mostre e antologiche per celebrare la sua opera, evidenziando il suo impatto duraturo sulla scena artistica italiana. 
Nel 2017, è stato presentato il "Catalogo generale ragionato delle opere di Franz Borghese", contribuendo a consolidare il suo posto nell'arte contemporanea italiana.

"Partita a Scacchi"

anno: 1977

tecnica: acquerello

Opera Unica

10x12cm

Back to Top