Francesco Toraldo, nato a Catanzaro nel 1960 da una famiglia di artisti, ha ereditato la passione per la pittura da suo padre Enzo, anch'egli un noto pittore. Fin dalla giovane età, Francesco è stato introdotto ai primi rudimenti dell'arte attraverso la frequentazione dello studio di suo padre. Negli anni '80, dopo essersi trasferito in Sicilia, ha iniziato a collaborare con importanti gallerie d'arte, consolidando la sua presenza nel mondo artistico.
La sua passione per la musica jazz, evidente tema ricorrente nelle sue opere, lo ha portato a essere invitato nel 2005 alla manifestazione "Pescara Jazz" con una mostra personale, riconoscimento della profonda connessione tra la sua arte e la musica.
Oltre alla sua carriera artistica, Toraldo si impegna attivamente nel sociale. La collaborazione con la Fondazione "Les Enfants de Frankie", guidata da Francien Giraudi, testimonia il suo desiderio di utilizzare la sua arte per contribuire al bene comune.
Il periodo difficile del 2012, segnato dalla separazione da Nadia Rinaldi, sua ex-moglie, ha influenzato profondamente la sua sfera familiare ed emotiva. Tuttavia, Toraldo ha trasformato la sua sofferenza in fonte d'ispirazione, facendo della sua opera una panacea e una sublimazione dei tumulti interiori. Nonostante il buio che lo avvolgeva, la sua pittura si è animata di nuovi colori, come un gioco scaramantico contro le avversità.
L'incontro con Rosanna, la sua attuale compagna, ha introdotto nuove linee prospettiche nella vita e nell'arte di Toraldo, illuminando entrambe con una luce nuova. Questa nuova ispirazione lo ha spinto a stabilirsi permanentemente in Sicilia, nella suggestiva cornice storico-artistica di Agrigento.
Sotto l'influenza di questo nuovo entusiasmo, Toraldo ha avviato un periodo di sperimentazione intenso e laborioso. Il ritorno al lavoro sulla carta, dopo molti anni, ha rivelato un lato creativo libero da retoriche e completamente disinibito da principi razionali, come afferma l'artista stesso: "sulla carta il mio linguaggio è scevro da ogni retorica ed il segno non tiene conto di alcun principio razionale".

"Oracle"

Multiplo ritoccato a mano

130x70cm

"Prada"

Multiplo ritoccato a mano

50x50cm

"Ferrari"

Multiplo ritoccato a mano

50x50cm

"Alinghi"

Multiplo ritoccato a mano

50x50cm

"Jazzhus Montmartre"

Multiplo ritoccato a mano

50x50cm

"Luna Rossa"

Multiplo ritoccato a mano

50x50cm

Multiplo ritoccato a mano 42x90cm

collezione privata

Multiplo ritoccato a mano 50x50cm

collezione privata

Multiplo ritoccato a mano 50x50cm

collezione privata

Multiplo ritoccato a mano 50x50cm

collezione privata

Multiplo ritoccato a mano 40x40cm

collezione privata

Multiplo ritoccato a mano 40x40cm

collezione privata

Multiplo ritoccato a mano 40x40cm

collezione privata

Back to Top